È possibile trapiantare un'orchidea durante la fioritura e come farlo nel modo giusto

Un'orchidea acquistata o ricevuta in regalo dopo un attento esame può essere infettata da insetti o avere radici nere e in decomposizione. Come trapiantare un fiore delicato, se ha peduncoli e gemme, perché dopo tale procedura la pianta potrebbe morire.

Orchidea in fiore, è possibile trapiantare?

Il trapianto viene eseguito 1 volta in 3 anni, grazie a questo, l'orchidea viene aggiornata, inizia a crescere meglio. Durante il periodo di fioritura, gli esperti consigliano di condurre tale procedura solo come ultima risorsa. Tutte le forze della pianta vanno alla formazione di fiori e alla formazione di nuova progenie, quindi il trapianto non viene eseguito prima che svanisca. Nonostante ciò, ci sono una serie di fattori che richiedono un trapianto immediato di una coltura in fiore:

  • forte crescita di radici che non si adattano in un vaso stretto o che sono cresciute fino ad esso;
  • lo sviluppo delle orchidee si è interrotto se il terreno è di scarsa qualità;
  • decomposizione dell'apparato radicale a causa di frequenti annaffiature o suolo povero;
  • ingiallimento delle foglie o loro parziale essiccazione;
  • il fiore è malato o i parassiti (zecche, lumache, tripidi) lo attaccano;
  • la pianta è cresciuta, il vaso è diventato piccolo.

Conseguenze negative dopo il trapianto

Non tutte le piante amano essere trapiantate, specialmente durante la fioritura. Con questa procedura, puoi gettare erroneamente le radici o tagliare qualcosa in più che indebolirà l'orchidea. Per adattarsi a nuove condizioni, avrà bisogno di molto tempo. Cosa può accadere negativo:

  • se la procedura viene eseguita in modo impreciso, i fiori e le gemme cadono, a volte la pianta muore completamente;
  • il periodo di fioritura può essere ridotto più volte;
  • prima che appaia un nuovo gambo di fiori, passerà molto tempo;
  • la pianta smetterà di crescere e svilupparsi.

Preparazione del terreno

Prima di intraprendere un trapianto, le piante da fiore acquistano nuovo terreno. Nel negozio, viene venduto sotto forma di piccole, medie e grandi frazioni. La preferenza viene data a un substrato di media frazione. Molti giardinieri preferiscono preparare da soli il terreno per la phalaenopsis. Per fare questo, hai bisogno di muschio di sfagno e corteccia di pino. Dei componenti aggiuntivi, vengono utilizzati carbone tritato e torba. Processo di preparazione:

  1. Non è possibile utilizzare la corteccia di un albero marcio per un substrato. È abitato da insetti che danneggiano il fiore, inoltre, tale materiale si sbriciola. L'albero selezionato dovrebbe essere forte, appena segato. Puoi usare la corteccia di pino raccolta attorno agli alberi. Viene accuratamente rivisto, posto in una pentola d'acqua, fatto bollire per 30 minuti, quindi essiccato. Il materiale è diviso in 2 parti uguali: metà tagliato a pezzi di 40 mm, il resto - 1 cm.
  2. Il muschio di sfagno contiene molti minerali che l'orchidea mangia per 6 mesi. Grazie al muschio, il substrato trattiene l'umidità per lungo tempo e rimane allentato. Prima dell'uso, il materiale deve essere disinfettato. Per fare questo, viene tagliato in piccoli pezzi di 50 mm, immerso in acqua calda e lasciato per 24 ore. Può anche essere usato dal vivo..
  3. L'orchidea ama il terreno arioso e leggero..
  4. Torba e carbone vengono aggiunti in piccole porzioni. Per una pianta debole, un tale additivo fungerà da buon nutrimento, poiché la torba ha la capacità di accumulare umidità. La traspirabilità del terreno diminuirà quando si utilizza la torba frantumata, quindi la sua struttura dovrebbe essere ruvida.
  5. Una soluzione leggera viene preparata dal fertilizzante per orchidee. Il substrato viene posizionato al suo interno e lasciato per 1,5-2 ore. Quindi lo tirano fuori e lo asciugano..
  6. La grande corteccia è posta in un contenitore sopra il drenaggio. Stabilisci un'orchidea, spolverandone le radici con il composto finito. Lo strato di substrato dovrebbe raggiungere il centro del vaso. Un ulteriore strato di drenaggio è posato sulla parte superiore, che è coperta con il substrato rimanente..
  7. Tutto è coperto da grandi pezzi di corteccia.

Selezione del piatto

Poiché l'orchidea è capricciosa, anche piccole deviazioni nelle condizioni di crescita possono avere un effetto negativo su di essa. Affinché la pianta si sviluppi completamente, dovresti scegliere un vaso adatto. Quando lo si sceglie, considerare quanto segue:

  1. La capacità viene scelta trasparente, poiché le radici di alcune varietà di orchidee partecipano alla fotosintesi. Inoltre, tali piatti ti permetteranno di osservare in quali condizioni sono le radici. Per il deflusso di acqua nella pentola dovrebbero essere presenti diversi fori. Il vaso di plastica è l'opzione più adatta.
  2. Le radici della pianta dovrebbero essere ben alimentate con aria, quindi la capacità viene scelta con condotti di ventilazione. Se necessario, i fori possono essere realizzati indipendentemente se la pentola è di plastica.
  3. Se la capacità è troppo grande, quindi invece dei peduncoli, la pianta accumulerà massa verde. Pertanto, il vaso dovrebbe essere solo 5 cm più grande del precedente.
  4. Quando si sceglie un contenitore in ceramica, le pareti interne sono rivestite con smalto. Ciò proteggerà le radici dall'aderire alle pareti del vaso e ferire. Ma ai coltivatori di fiori non è consigliato l'uso di contenitori di argilla, perché non consente il passaggio della luce.
  5. Puoi usare cestini di vimini, un vaso di fiori in legno, sottobicchieri, vasi di fiori. Per piantare orchidee produrre vasi speciali su una zampa piccola, che sono dotati del necessario deflusso di acqua. L'aria in questi serbatoi circola liberamente..

Processo di trapianto

Durante il trapianto, il fiore è soggetto a forti stress, quindi la procedura viene eseguita in più fasi e nel modo più accurato possibile. Degli strumenti e dei materiali di cui avrai bisogno: un contenitore d'acqua, un annaffiatoio, forbici e un coltello affilato, materiale di drenaggio. Istruzioni dettagliate:

  1. Affinché il processo di radicazione avvenga più rapidamente, è necessario accorciare tutti i peduncoli di 2-3 cm Inoltre, la potatura contribuisce alla formazione di nuovi germogli che appariranno sui lati della pianta.
  2. Prima di estrarre l'orchidea dalla pentola, viene abbondantemente annaffiata. Il terreno si ammorbidisce, facilitando la rimozione della pianta senza danneggiare le radici.
  3. Quando tutta l'acqua viene scaricata, il contenitore viene sfruttato dall'esterno. Devi battere delicatamente, un piatto morbido è sufficiente per schiacciare le mani. Se la pentola è in ceramica, dovrebbe essere rotta, poiché le radici tendono ad aderire alle pareti interne del contenitore. Le radici che aderiscono ai frammenti non possono essere strappate, questo distruggerà l'orchidea. Pertanto, è piantato in nuove terre insieme a frammenti. Se è un peccato spezzare il vaso, le radici vengono accuratamente tagliate, quindi elaborate.
  4. È possibile rimuovere il vecchio substrato dalle radici immergendolo. Le radici vengono immerse per 30 minuti in acqua calda, quindi devono essere accuratamente lavate sotto l'acqua corrente. Se il vecchio piano della pianta può contenere grumi di torba, gommapiuma e scaglie di cocco.
  5. Ogni parte del sistema radicale viene esaminata per la presenza di luoghi anneriti e marci. Tutte le aree danneggiate e asciutte devono essere tagliate con un coltello, dopo averlo precedentemente sterilizzato. Affinché la pianta abbia la forza di ripristinare le radici danneggiate, è necessario rimuovere il peduncolo.
  6. In modo che l'infezione non penetri nelle fette, vengono trattate con carbone attivo tritato. Oltre al carbone, puoi usare cannella, var di giardino, cenere o verde brillante.
  7. Le radici sono conservate in una soluzione antimicrobica, se gli insetti sono presenti su di esse.
  8. Prima di piantare un'orchidea, il vaso deve essere disinfettato con una soluzione scura di permanganato di potassio e asciugato accuratamente. Il drenaggio viene posato sul fondo, quindi le radici vengono abbassate. La pianta si trova al centro del serbatoio, perché ha un punto di crescita. Quindi è necessario versare il terreno preparato in cima.
  9. Se le radici non si adattano all'interno del vaso, non spingerle lì, altrimenti si romperanno. Ciò non influirà sullo sviluppo dell'orchidea, poiché il sistema radicale ha la capacità di ricevere umidità dall'aria.
  10. I peduncoli rimanenti sono legati a un bastone di supporto.

Regole fondamentali

Al fine di accelerare l'adattamento a nuove condizioni e lo sviluppo è continuato, è necessario aderire ai suggerimenti e alle raccomandazioni dei floricoltori esperti:

  1. Le radici L'apparato radicale dovrebbe asciugarsi completamente dopo la rimozione del vecchio suolo, il lavaggio e la lavorazione. Questo richiederà circa 7 ore. Questa volta è sufficiente per elaborare la pentola e preparare un nuovo substrato.
  2. Drenaggio. Prima di posare lo scarico nella pentola, deve essere bollito e trattato con fungicidi. Questo proteggerà la pianta dalle malattie. I mattoni rotti possono essere usati come drenaggio..
  3. Separazione delle piante. Se l'orchidea è matura o è cresciuta notevolmente, deve essere divisa in cespugli. Ogni cespuglio dovrebbe avere 1 bulbo giovane e 3 adulto, nonché un gambo di fiori. Il bulba viene rimosso se è morbido e, quando viene premuto, si avverte il vuoto, poiché non ne trarranno beneficio.

Le piante trapiantate avranno bisogno di cure accurate. In nuove condizioni, dovrebbero ricevere abbastanza luce, acqua e fertilizzanti. Il primo peduncolo apparirà 2-3 mesi dopo il trapianto.

È possibile trapiantare un'orchidea durante la fioritura, acquistando la phalaenopsis?

Un'orchidea è un fiore dall'aspetto insolito, grazie al quale molti coltivatori di fiori preferiscono coltivarlo a casa. Una pianta così insolita ha bisogno di cure adeguate. A volte capita che l'orchidea debba essere trapiantata in un nuovo vaso. Quindi, come rendere il trapianto il più corretto, in modo da non danneggiare la pianta, perché in questo momento è piuttosto debole. Dovrebbe essere compreso se è possibile trapiantare un'orchidea durante la sua fioritura. La pianta stessa e le sue infiorescenze rovineranno questa azione??

È possibile trapiantare un'orchidea quando fiorisce?

I coltivatori di fiori esperti non consigliano di trapiantare una pianta durante la sua fioritura, perché in questo caso tutta l'energia del fiore è diretta proprio a questo processo. Pertanto, non è consigliabile sovraccaricare l'impianto in questo momento. Quando ha luogo il trapianto? Il momento migliore per i processi di trapianto viene dopo che è completamente sbiadito (in inverno o in autunno), se, naturalmente, questa non è un'emergenza.

Ma ci sono situazioni in cui un'orchidea deve essere trapiantata il più presto possibile e per questo è necessario trapiantare durante la fioritura della pianta. L'orchidea phalaenopsis è principalmente colpita da questo trapianto, poiché altre varietà spesso si ammalano dopo questo.

I fioristi hanno identificato i principali fattori per il trapianto di una pianta in fiore, che indicano un trapianto di emergenza:

  1. La pianta è infetta o colpita da una zecca.
  2. Il vaso è diventato troppo piccolo per un'ulteriore crescita a causa di un apparato radicale molto grande.
  3. Cattivo substrato che impedisce alla pianta di crescere e svilupparsi in modo complesso.
  4. A causa del terreno bagnato, le radici hanno iniziato a marcire attivamente..
  5. Le foglie della cultura iniziano a ingiallire rapidamente e diventano secche.
  6. L'apparato radicale della pianta è cresciuto fino a diventare un vaso di terracotta.
  7. Il fiore non può rimanere nel vaso, poiché è già abbastanza grande.

Particolare attenzione dovrebbe essere prestata alla situazione in cui l'apparato radicale ha iniziato a marcire nel fiore. In questa situazione, il peduncolo deve essere eliminato in modo che l'orchidea possa mettere radici. Ma devi tagliare molto attentamente.

Trapiantare un'orchidea in fiore

Affinché il fiore continui a formarsi e crescere normalmente, vale la pena scegliere la giusta capacità per esso. È bene usare un vaso trasparente per varietà vegetali in cui l'apparato radicale implementa il processo di fotosintesi..

Affinché l'acqua inizi a drenare normalmente, la pentola deve avere aperture speciali, che devono essere nella quantità richiesta. Non è necessario trapiantare la phalaenopsis in un vaso di fiori troppo spazioso, poiché in questo caso non fiorirà, ma continuerà solo ad aumentare la massa verde.

Se l'orchidea della phalaenopsis viene trapiantata in un contenitore di ceramica, al suo interno deve essere coperta con uno speciale azzurro. Tale rivestimento non consentirà alle radici di attaccarsi e proteggere la pianta da lesioni. È meglio non usare una pentola di vetro, poiché in una tale pentola il sistema radicale della pianta soffrirà di una mancanza di ossigeno.

Il vaso di fiori per un'orchidea dovrebbe essere posizionato su un piccolo supporto. In questo caso, l'aria sarà in grado di circolare liberamente e si verificherà anche il deflusso dell'acqua richiesto dall'impianto..

Come preparare la miscela di terreno per la semina?

È necessario preparare il terreno per il trapianto, tenendo conto dei seguenti fattori:

  1. Se l'umidità nella stanza viene ridotta, il terreno dovrebbe avere un alto tasso di capacità di umidità.
  2. Un buon terreno deve asciugare completamente in soli 3-5 giorni.
  3. Il terreno deve essere leggero, non incrostato dopo l'irrigazione.

Una pianta phalaenopsis in fiore ama una miscela di terreno composta da corteccia di pino e sfagno. Una piccola quantità di carbone, nonché di torba, dovrebbe essere aggiunta a questi componenti..

La corteccia dovrebbe provenire da un albero solido appena tagliato. Prima dell'uso, dovrebbe essere risolto e bollito bene. Dopo che la corteccia è completamente asciutta, deve essere divisa in più parti. Macina uno mentre tagli il secondo in pezzi più grandi.

Il muschio dovrebbe essere immerso in acqua calda per un giorno. Il carbone e la torba frantumati vengono mescolati con il substrato principale in una piccola quantità, saranno necessari affinché la pianta indebolita possa recuperare e ottenere sostanze nutritive.

Il terreno deve essere immerso per due ore in una soluzione debole, creata sulla base di qualsiasi fertilizzante per questa pianta. Successivamente, il substrato deve essere asciugato.

Dopo il drenaggio nel vaso di fiori, devi mettere piccole parti della corteccia, installare con cura l'orchidea stessa. La capacità all'interno della pentola al centro dovrebbe essere coperta con un substrato finito e posare un altro strato di drenaggio sulla parte superiore. Il resto del terreno è posto sopra il grado di drenaggio. Successivamente, c'è la corteccia, che dovrebbe essere tagliata in piccoli pezzi in anticipo.

Come trapiantare un'orchidea?

È possibile iniziare a trapiantare una cultura di fioritura e come farlo nel modo giusto? Questa procedura dovrebbe essere eseguita con estrema cautela, poiché per la stessa cultura, il trapianto sarà un vero stress. Qual è la sequenza delle orchidee trapiantate?

Peduncoli di accorciamento

Per prima cosa devi accorciare di alcuni centimetri tutti i gambi dei fiori. Ciò influenzerà positivamente il processo di radicazione e consentirà a nuovi germogli laterali di crescere sul raccolto..

Processo di irrigazione

Prima di iniziare un trapianto di una pianta di orchidea phalaenopsis, dovrebbe essere annaffiato con abbondante acqua. Dopo le pentole è necessario toccare e ottenere un grumo di terra da esso. Sarà meglio rompere con cura il vaso di fiori in ceramica. I rizomi della pianta sono in grado di aderire alla superficie del vecchio contenitore, quindi non dovrebbero essere strappati dai frammenti, poiché il sistema radicale può essere significativamente danneggiato e morire. È necessario trapiantare la pianta in un nuovo vaso insieme a frammenti aderenti.

Il processo di elaborazione dei rizomi di orchidee

Le radici della pianta devono essere accuratamente pulite dalla miscela di terreno, dopo di che può essere messa in acqua calda per mezz'ora. I residui dopo il substrato possono essere lavati via sotto l'acqua corrente ed esaminare attentamente i rizomi del fiore. Le aree annerite o marce devono essere accuratamente rifilate con un coltello sterilizzato. Se trovi almeno alcuni segni di parassiti nella pianta, allora la radice dovrebbe essere abbassata nella soluzione antimicrobica. Tutte le aree tagliate devono essere disinfettate con carbone attivo o attivato..

Piantare un'orchidea in fiore

Un nuovo contenitore per la semina deve essere pulito e trattato con una soluzione di permanganato di potassio e asciugato bene. Sul fondo della pentola è necessario mettere il drenaggio, quindi abbassare le radici e raddrizzarle correttamente attorno al perimetro della vasca. Inoltre, l'orchidea è coperta con una nuova miscela di terreno e uno strato di corteccia d'albero è posto in cima.

I migliori consigli e trucchi

Se è necessario trapiantare una pianta durante la sua fioritura, è necessario seguire le raccomandazioni principali:

  1. Quando il vecchio substrato viene rimosso con le radici, dopo aver lavato la pianta dovrebbe essere asciugata a temperatura ambiente per circa 7 ore. Durante questo periodo di tempo, dovrebbe essere preparato un nuovo substrato per il trapianto..
  2. Assicurati di far bollire lo scarico, quindi asciugare. Per lui vale la pena usare ciottoli o piccoli pezzi di mattoni rotti, solo argilla non espansa. Combinandosi con l'acqua, inizia a rilasciare attivamente sostanze nocive che possono distruggere la pianta.
  3. Se l'orchidea è fortemente ricoperta di foglie, deve essere accuratamente divisa in più parti.
  4. Dopo il processo di trapianto, la pianta dovrebbe curare meglio.

Seguendo queste istruzioni, puoi essere completamente sicuro che il fiore subirà uno stress minimo e difficoltà nel processo di trapianto..

Una pianta può essere trapiantata durante la fioritura? Sì, ma solo quando è assolutamente necessario per la sopravvivenza della pianta. Questo fiore è considerato molto tenero e vulnerabile, quindi ha bisogno di cure più delicate e di un atteggiamento attento verso se stesso. Il trapianto durante il processo di fioritura delle orchidee è considerato un grande stress. Per questo motivo, solo seguendo tutte le regole, puoi mantenere la pianta bella e sana..

Trapianto di orchidea durante la fioritura

Dopo aver pulito le radici della pianta dal vecchio terreno e averle lavate, la pianta dovrebbe essere lasciata asciugare per 7 ore a temperatura ambiente. Durante questo periodo, vale la pena formare un nuovo substrato. Puoi acquistarlo immediatamente in un negozio di fiori o puoi crearlo tu stesso.

Se la pianta è cresciuta troppo, nel processo di trapianto può essere divisa e piantata in diversi vasi di fiori. La separazione è molto attenta. Prima del processo di semina, il drenaggio deve essere posto sul fondo del vaso in modo che occupi almeno un terzo del volume totale. Durante il drenaggio del terreno, devono essere utilizzati ciottoli o piccoli pezzi di mattoni rotti..

Non è necessario utilizzare argilla espansa, perché quando combinato con l'acqua inizia a rilasciare attivamente sostanze chimiche dannose per la pianta.

È necessario aggiungere un piccolo substrato allo strato di drenaggio e posizionare la pianta stessa. Usando un bastoncino, devi riempire con cura gli spazi vuoti tra le radici, aggiungere la miscela di terreno e posare sopra pezzi di corteccia e mattoni rotti. Dopo il processo di trapianto, le orchidee devono essere attentamente curate e curate..

Come scegliere il vaso giusto per il processo di trapianto

Quando si sceglie una capacità di trapianto di una pianta in fiore, è necessario fare affidamento su:

  1. Le radici di alcune varietà di orchidee partecipano alla fotosintesi, quindi per loro il vaso dovrebbe essere acquisito in modo trasparente.
  2. La pentola deve avere un gran numero di fori per un comodo drenaggio dell'acqua in eccesso.
  3. Non trapiantare la pianta in un vaso troppo grande, in quanto ciò può portare ad un aumento della massa verde, che influirà negativamente sul processo di fioritura..
  4. Se si scelgono articoli in ceramica per il trapianto, devono essere coperti con smalto dall'interno per eliminare la possibile adesione o lesioni alle radici della pianta.
  5. Non è necessario acquistare un vaso di fiori di vetro per un'orchidea - in questo caso le radici soffriranno di una mancanza di ossigeno.

L'opzione migliore è trapiantare il fiore in un vaso di plastica traslucido. Un vaso in ceramica, anche con un rivestimento di smalto, non è l'opzione migliore per un'orchidea. La glassa non consente alle radici di ricevere normalmente ossigeno.

Ci sono vasi speciali progettati appositamente per le orchidee, su una base bassa. Il vantaggio principale di un tale serbatoio è la libera circolazione dell'aria, nonché il rapido deflusso dell'acqua dopo il processo di irrigazione.

Prima del trapianto, il vaso deve essere trattato e lavato senza fallo. Un buon strumento è il sapone per uso domestico, che in seguito deve essere lavato accuratamente. Puoi anche solo sciacquare con acqua calda. Per la disinfezione, è necessario trattare la superficie della pentola con una soluzione di permanganato di potassio. Il drenaggio deve essere presente sul fondo della pentola.

Caratteristiche della miscela del suolo

Quando si prepara il substrato del suolo, è necessario tenere conto di alcune caratteristiche:

  1. Se l'umidità nella stanza viene ridotta, il substrato dovrebbe avere una maggiore capacità di umidità.
  2. Un buon substrato dovrebbe asciugarsi dopo 5 ore.
  3. Il terreno deve essere leggero e arioso e non irrigato dopo l'irrigazione.

Il substrato per la pianta da fiore dovrebbe includere corteccia di pino e muschio - sphangum. Puoi anche aggiungere una piccola quantità di carbone tritato qui. La corteccia dovrebbe essere presa da un albero segato e marcio. Prima di usare la corteccia, dovrebbe essere elaborata e bollita..

Irrigazione dopo il trapianto

Non è necessario annaffiare un'orchidea dopo un trapianto. Dopo aver immerso il substrato del terreno, deve rimanere una grande quantità di liquido. La coltura trapiantata deve essere collocata in un luogo caldo e luminoso e lasciata senza irrigazione per diversi giorni. Non esporre la pianta alla luce solare diretta, nonché a correnti d'aria.

L'orchidea Phalaenopsis è una pianta delicata e insolita che richiede cura e attenzione da parte del proprietario. Un approccio competente al trapianto di piante aiuterà a mantenere la sua salute e la sua forza per molti anni..

È possibile trapiantare un'orchidea durante la fioritura: istruzioni dettagliate e caratteristiche del trapianto

L'orchidea domestica è il fiore preferito di ogni casalinga che ama fare giardinaggio indoor. Nonostante siano facili da curare, ma spesso sono queste piante che ti fanno pensare se è possibile trapiantare un'orchidea durante la fioritura. Naturalmente, vale la pena considerare il tipo di fiore, poiché la maggior parte di essi non richiede un trapianto, ma tutto dipenderà, prima di tutto, dallo stato del sistema radicale e dal substrato in cui viene piantata la pianta.

Quando devi trapiantare un'orchidea?

Se studi attentamente la letteratura, che descrive come far crescere correttamente un'orchidea in modo che non si ammali o muoia, allora puoi trovare linee che sono epifite che preferiscono crescere in simbiosi con una varietà di culture legnose.

È noto che tali orchidee selvatiche non richiedono affatto il radicamento. Trovano facilmente un posto sotto gli alberi in natura, intrecciando la loro corteccia. Quindi l'umidità della pioggia o la rugiada che cade li supera. I nutrienti si trovano nelle colture fungine che si possono sempre trovare in grandi quantità sugli alberi..

Ma a casa non c'è né terreno naturale, né corteccia d'albero. Pertanto, vale la pena prendersi cura della tempestiva sostituzione del terreno. E questa condizione è essenziale per l'ulteriore successo dello sviluppo della pianta. Molti amanti di un tale fiore sono interessati alla domanda se è possibile trapiantare un'orchidea durante la fioritura e cosa si dovrebbe fare? È noto che la pianta cresce molto rapidamente, quindi il suolo e i suoi nutrienti si esauriscono rapidamente.

Le orchidee domestiche devono essere trapiantate per avere costantemente nutrienti per la pianta. Pertanto, sempre il terreno deve essere cambiato completamente e non versare un po 'fresco. Se non c'è esperienza nel trapianto di orchidee, dopo una tale procedura possono ferire e persino non fiorire per molto tempo. Ciò è dovuto al fatto che ogni pianta può assorbire i nutrienti solo nella forma trattata con i funghi. Ogni orchidea si abitua a un certo tipo di fungo..

Quando il terreno viene cambiato, allora c'è un cambiamento nella sua composizione microchimica, a cui la pianta fiorita dovrebbe ancora abituarsi. Per evitare questa situazione, è possibile intervenire nella nuova terra alcune particelle della vecchia composizione.

Criteri di trapianto

Ogni amante delle orchidee deve determinare abilmente il momento in cui è necessario trapiantare la pianta. Per navigare meglio in questo periodo, devi solo conoscere alcuni criteri che ti aiuteranno a non perdere il momento giusto per un trapianto anche per un coltivatore inesperto.

È necessario trapiantare la pianta quando la massa radicale non si adatta più al vaso. Vale la pena assicurarsi che non si formino altre numerose radici aeree, poiché ciò indica anche che è necessario cambiare immediatamente il vaso. Un altro criterio che indicherebbe la necessità del trapianto è la comparsa di macchie gialle sulle foglie dei fiori.

Vale la pena considerare se è possibile trapiantare una pianta se la massa decidua è molto più grande della dimensione del vaso in cui cresce l'orchidea. Se non è fiorito per più di 3 mesi, questo è un altro segno della necessità di sostituire il serbatoio e il terreno. Secondo la letteratura speciale, l'orchidea dovrebbe essere trapiantata due anni dopo la sua acquisizione, ma vale comunque la pena determinare il periodo di trapianto in modo pratico, conoscendo tutti i criteri per il trapianto.

Molti coltivatori di fiori non sanno se è possibile trapiantare un'orchidea durante la fioritura, avendo paura di danneggiare la pianta. È noto che è meglio eseguire questa procedura in primavera e in autunno, quando la pianta è a riposo dopo la fioritura. Ma se continua a fiorire, allora questo non è un ostacolo, poiché le orchidee non sono sensibili alla potatura di una parte del sistema radicale.

L'effetto del trapianto sulla fioritura delle orchidee

È noto che la fioritura di un'orchidea può durare più di 10 mesi, quindi molti giardinieri non sanno se è possibile trapiantare un'orchidea quando fiorisce. Dopotutto, i proprietari hanno paura che i fiori dopo la procedura possano svanire e che tutti i germogli cadranno. Ma il trapianto durante la fioritura di un'orchidea è possibile e non influirà in alcun modo su quale sarà la nuova fioritura..

A proposito, puoi anche estendere la fioritura, se prima di piantare un'orchidea in un nuovo vaso, accorcia tutti i peduncoli che sono già disponibili di circa 2 centimetri. Ciò contribuirà a far crescere una nuova massa radicale e allo stesso tempo ci saranno anche più fiori laterali.

Istruzioni per il trapianto

Non è difficile trapiantare un'orchidea a casa se si rispettano le istruzioni fornite in questo articolo. Per prima cosa devi prepararti per una tale procedura scegliendo un terreno adatto. È selezionato in una quantità tale da corrispondere al vaso selezionato e quindi non sorgeranno nemmeno le domande sul fatto che sia possibile trapiantare un'orchidea in fiore.

La scelta di un vaso per la pianta è richiesta correttamente. È meglio se ci sono pareti trasparenti che aiutano i raggi del sole ad entrare liberamente nella pianta e permettono al sistema radicale di svilupparsi correttamente. Il nuovo vaso di fiori dovrebbe essere leggermente più grande del precedente. Oltre alla capacità di trapianto, l'orchidea avrà bisogno di un bastone, a cui sarà legato un fiore, un coltello affilato e un potatore, che rimuoverà facilmente le radici danneggiate.

Il primo passo è liberare il coma di terra, dove sono le radici del fiore. Per fare questo, il vaso di fiori può essere tagliato o capovolto, schiacciando leggermente la pianta.

Nella seconda fase, l'apparato radicale deve essere pulito dal vecchio suolo e lavato con acqua calda.

Nel terzo passaggio, dovresti studiare attentamente il sistema radicale dell'orchidea. Se all'improvviso vengono trovate tracce di parassiti o se la malattia può essere vista sulle radici, immediatamente dopo aver preparato la soluzione insetticida, abbassare l'apparato radicale per trenta minuti. Le cesoie dovrebbero essere alcoli e tagliare tutte le parti marce e asciutte, lasciando solo radici pulite ed elastiche. Per proteggere le radici della pianta, puoi cospargerle di carbone, precedentemente schiacciato.

Nella quarta fase, dovresti preparare correttamente un nuovo contenitore per il trapianto di orchidee. La pentola dovrebbe sicuramente essere abbassata in una soluzione forte di permanganato di potassio e quindi già riempita di argilla espansa o materiale di drenaggio di due centimetri.

Il quinto passaggio consente all'orchidea di essere rimossa dal contenitore con acqua in cui è stata immersa, rimossa e, raddrizzando accuratamente le radici, messo in una nuova pentola. Man mano che le radici si depositano, aggiungono terreno, che viene compattato. Alcune radici possono essere lasciate senza terra: assorbiranno l'umidità dall'aria circostante e contribuiranno a migliorare la fotosintesi.

Il sesto passo consente di disporre la pianta in modo che il tronco non si pieghi o si rompa. Molti coltivatori di fiori non sanno se è possibile trapiantare un'orchidea durante la fioritura, perché non capiscono come mantenere i gambi dei fiori dopo il trapianto. Per questo, è ancora meglio usare bastoncini di materiale naturale, come pino o bambù. Sono bloccati in una pentola accanto allo stelo di un'orchidea e, con l'aiuto di speciali mollette, i ramoscelli sono attaccati a loro.

Regole per la scelta di un vaso per orchidee

È possibile trapiantare un'orchidea in modo che non faccia male e continui a deliziarsi con la sua fioritura? Questo è possibile se segui alcune semplici regole, molte delle quali ti permetteranno di scegliere correttamente un vaso di fiori. Dopotutto, il fatto che la pianta del fiore si svilupperà normalmente dipende da quale sarà il vaso..

Affinché l'acqua in eccesso scorra normalmente dalla pentola, deve avere il numero richiesto di fori. Non trapiantare l'orchidea in una pentola di volume troppo grande, poiché tale pianta non fiorirà, ma diventerà solo verde. Non puoi usare un vaso di vetro, poiché l'orchidea non sarà abbastanza ossigeno.

Regole di preparazione del terreno

Molti coltivatori di fiori, non sapendo se è possibile trapiantare un'orchidea durante la fioritura, dimenticano completamente come preparare correttamente il terreno. L'umidità della terra dipende da quale umidità nella stanza. Qualsiasi terreno deve essere leggermente asciugato prima del reimpianto..

Cura delle piante dopo il trapianto

L'orchidea trapiantata non richiede cure particolari. Prima di tutto, deve essere salvato entro 10 giorni dalla luce solare diretta. È possibile trapiantare un'orchidea in fiore in modo che i fiori continuino a deliziare i proprietari di una tale pianta? Per fare questo, per circa 21 giorni vale la pena fare una piccola medicazione.

Orchidee d'innaffiatura dopo il trapianto

Per l'ulteriore normale sviluppo delle orchidee, è necessario produrre l'irrigazione corretta della pianta. Inizialmente, questo viene fatto immediatamente dopo il trapianto..

Per un'irrigazione di alta qualità, l'acqua deve essere bollita e raffreddata, aggiungendo alcuni nutrienti diversi ad esso: azoto, potassio, magnesio. Una pentola di orchidea è immersa in tale acqua. L'irrigazione successiva deve essere eseguita solo dopo 14 giorni.

Suggerimenti e trucchi

Alcuni consigli aiuteranno a trapiantare l'orchidea in modo che sia ancora piacevole con la sua fioritura. Quindi, dopo aver lavato le radici dal vecchio terreno, devono essere asciugate a lungo, circa 7 ore. Il drenaggio può essere non solo argilla espansa, ma, ad esempio, mattoni rotti, ma solo schiacciati e persino ciottoli.

Se l'orchidea è già cresciuta notevolmente, allora dovrebbe essere divisa in due vasi. Dopo il trapianto, una tale pianta dovrebbe essere curata più attentamente e attentamente. Vale sempre la pena ricordare che qualsiasi trapianto di orchidee è molto stressante, quindi è necessario trattare con cura e competenza questa procedura..

Se i coltivatori di fiori hanno pensato se fosse possibile trapiantare un'orchidea quando fiorisce, ora non hanno una domanda del genere.

Preparare e trapiantare un'orchidea in fiore

Tra le specie di orchidee, la phalaenopsis viene più spesso trapiantata. Apre le cime per la maggior parte dell'anno. Il trapianto di orchidee durante la fioritura è un processo semplice. La cosa principale è preparare adeguatamente il fiore interno per la procedura.

Preparare e trapiantare un'orchidea in fiore

Ragioni di trapianto

Il fiore viene spostato in un'altra pentola quando la procedura è urgente e obbligatoria. Non può essere posposto fino al termine del periodo di fioritura, altrimenti la pianta morirà.

Si consiglia di trapiantare un'orchidea in fiore se:

  • dopo l'acquisto sullo stelo, una sconfitta da parassiti, sono state scoperte malattie:
  • si nota la germinazione delle radici e non si adattano a una pentola;
  • sul sistema radicale ci sono luoghi di decadimento;
  • terreno di bassa qualità utilizzato;
  • le foglie diventarono gialle e avvizzite;
  • le radici sono attaccate alla superficie interna del vaso;
  • il fogliame supera di molto il volume della pentola.

Raccomandazioni per il trapianto di orchidee

Vantaggi e svantaggi

Quando decidono di spostare un fiore in un nuovo vaso, ricorderanno la probabilità di conseguenze negative. Si verificano se il trapianto di un'orchidea in fiore a casa non viene eseguito secondo le regole..

Dopo la procedura, le frecce della phalaenopsis cadono e le gemme si asciugano. Le piante non fioriscono nella prossima primavera. Durante questo periodo, la fioritura è ridotta. La phalaenopsis è indebolita, c'è una fermata di crescita e sviluppo.

Tra i vantaggi della procedura sono:

  • conservazione della pianta interessata;
  • miglioramento della nutrizione dell'apparato radicale;
  • sviluppo attivo dello stelo;
  • fermare la diffusione di parassiti e malattie.

Formazione

La regola di base prima di un trapianto di orchidea di successo durante la fioritura è accorciare i gambi dei fiori di 2-3 cm, in modo da ridistribuire i nutrienti dall'alto verso le radici.

Le radici si stanno sviluppando rapidamente, si adattano a nuove condizioni. Il rilascio di un nuovo gambo di fiore avviene prima che senza tagliare il vecchio.

Watering

Il trapianto è più semplice se il fiore viene inumidito prima. Botte innaffiata.

Per l'irrigazione, prendere una nave più grande della pentola. L'acqua calda viene versata lì. Cura il fiore per 50 minuti.

Il lavoro svolto consente di ridurre al minimo i danni al sistema di root. Assicurati di eseguire la procedura se il fiore si è sviluppato in un contenitore di argilla o altri materiali naturali. I vasi di argilla si rompono e vengono tagliati i bicchieri di plastica.

Il trapianto è più semplice se il fiore viene inumidito prima..

Ispezione e trattamento delle radici

Il sistema di root viene trattato con cura. Procedura dettagliata:

  • Le radici sono bagnate. Sono versati con acqua pulita ad una temperatura di 36 ° C-38 ° C.
  • Vengono estratti dal contenitore, lavati accuratamente. Asciugare nella stanza per 7-8 ore.
  • Rhizome è ispezionato per danni. Tutte le parti nere e marce vengono rimosse con un coltello affilato o un tronchesino..

Gli strumenti pre-tagliati sono sterilizzati. Sono trattati con polvere attivata o carbone. In assenza di una sostanza, la disinfezione viene eseguita con una solita soluzione farmaceutica di polvere verde brillante o cannella.

Preparazione del terreno

Il substrato può essere acquistato già pronto. È scelto tenendo conto del tipo e dell'età della pianta che vogliono trapiantare.

Un terreno fatto in casa in casa sarà economico e di alta qualità. Assicurati di tenere conto delle proprietà vitali per la pianta: elevata permeabilità all'aria, ritenzione media di umidità.

Per lo strato inferiore, viene utilizzato il drenaggio. Viene bollito, essiccato. L'argilla espansa non è adatta: entra in una reazione chimica con l'acqua, rilasciando sostanze tossiche.

Usa corteccia di conifere ad alta frazione, frammenti di mattoni rotti, piccola ghiaia.

Preparazione del terreno per la semina

L'orchidea da trapianto dovrebbe trovarsi nel substrato principale. È preparato da:

  • parti di medie dimensioni di corteccia di pino di un albero secco;
  • muschio di palude (sfagno);
  • fiocchi di pigna.

Selezione del piatto

Prendi un nuovo vaso per la pianta. Scegli correttamente un vetro trasparente, perché le radici dovrebbero vedere la luce del giorno. Da materiali adatti plastica, vetro.

Si consiglia di trapiantare un'orchidea durante la fioritura in un vaso allungato.

Spesso è necessario trapiantare un'orchidea in fiore a causa della crescita delle radici. La lunghezza viene scelta in modo tale che la distanza tra le radici e il fondo del vaso non sia superiore a 5-6 cm, mentre un diametro adeguato 3 è 3-3,5 cm più largo del vaso precedente. Tali dimensioni aiuteranno a impedire al sistema di root di crescere eccessivamente.

10 minuti prima del trapianto in un'altra pentola, viene versato con acqua bollente e disinfettato. Farà una soluzione scura di permanganato di potassio. Il contenitore viene lasciato asciugare..

Tecnologia di trapianto

Si consiglia di iniziare a ripiantare un'orchidea in fiore ponendo il drenaggio. Non dovrebbe occupare più di ⅕ della nave. Il substrato principale viene versato sopra, riempiendo il vaso su ⅓.

Successivamente, è necessario trapiantare con cura il fiore senza danneggiare il sistema radicale. Cospargi il terreno in piccole porzioni.

Usando un bastoncino o le dita di legno, riempi il vuoto tra le radici. Piccoli pezzi di corteccia vengono versati sopra..

Alla fine del fiore viene spostato alla luce del giorno. La luce solare diretta non deve cadere su di essa..

È possibile trapiantare un'orchidea in fiore? Come trapiantare un'orchidea in fiore?

L'orchidea è considerata un fiore di tenerezza e seduzione. Dopo tutto, è davvero bellissima. Tuttavia, come qualsiasi pianta, ha bisogno di condizioni speciali. Compreso un trapianto tempestivo. Ma che dire di un coltivatore principiante, se la pianta che gli è stata presentata ha radici che escono dal vaso? Naturalmente, la prima cosa che mi viene in mente è trapiantarla. Tuttavia, c'è una cosa. È possibile trapiantare un'orchidea in fiore? Una pianta ucciderà un tale processo??

È un'orchidea in fiore trapiantata?

Per qualsiasi impianto, questo processo è molto importante. Orchidea non fa eccezione. Senza tale operazione, la pianta appassirà, rallentando la sua crescita. Ma è possibile trapiantare un'orchidea in fiore?

I professionisti esperti non lo raccomandano. In effetti, in un tale periodo, la pianta dirige tutte le sue forze verso una bella fioritura e fornendo prole. Non sovraccaricarlo. Pertanto, pensando se è possibile trapiantare un'orchidea in fiore, ascolta i seguenti consigli. Se questo non è un processo urgente, allora è meglio aspettare. Una volta che la pianta svanisce, puoi iniziare il trapianto.

Ma a volte ci sono situazioni in cui si consiglia ai professionisti di discostarsi da questa regola. Se la pianta necessita di un trapianto urgente, non dovresti esitare. In questo caso, tale operazione è abbastanza accettabile anche durante la fioritura.

Quando un'orchidea ha bisogno di un trapianto?

Quindi, ci sono una serie di situazioni in cui una pianta deve semplicemente sbarazzarsi del vecchio vaso e del terreno. In questo caso, la domanda "è possibile trapiantare un'orchidea quando fiorisce" è decisa da sola. Tale processo è semplicemente necessario..

I fioristi forniscono il seguente elenco di situazioni quando non esitano a trapiantare:

  • l'orchidea è malata o colpita da una zecca;
  • il sistema di root è cresciuto molto, il piatto è piccolo per questo;
  • substrato pressato di scarsa qualità impedisce lo sviluppo della cultura;
  • il terreno inondato ha portato alla decomposizione delle radici;
  • le foglie della pianta sono ingiallite, secche;
  • le radici sono cresciute fino al vaso di terracotta;
  • la massa decidua supera significativamente il volume del vaso.

Particolare attenzione è necessaria quando la pianta inizia a marcire il sistema radicale. In questo caso, l'orchidea ha bisogno di ulteriore forza. Pertanto, il peduncolo deve essere tagliato in modo che la pianta possa mettere radici. Ma dovresti agire con molta attenzione.

È possibile trapiantare un'orchidea Phalaenopsis in fiore? Va notato che questa particolare pianta è spesso soggetta a una procedura simile. Dal momento che delizia la maggior parte dell'anno con i suoi bellissimi fiori.

Processo di trapianto

Tale operazione deve essere trattata il più attentamente possibile. Dal momento che questa è una procedura molto seria per una pianta.

Considera come trapiantare un'orchidea in fiore a casa:

  1. Inizialmente accorciare tutti i peduncoli, 2-3 centimetri. Ciò migliorerà il processo di radicazione e garantirà la crescita di nuovi germogli laterali..
  2. Prima del trapianto, l'orchidea è abbondantemente annaffiata. Quindi la pentola viene toccata ed estratta con un grumo di terra. Si consiglia di rompere con cura il vaso di fiori in ceramica. Le radici della pianta hanno la proprietà di attaccarsi alla superficie. Se osservi una situazione del genere, non strapparli dai frammenti. Questo può distruggere l'intero sistema di root. Dovrà piantare in un nuovo vaso con frammenti aderenti.
  3. L'apparato radicale viene accuratamente pulito dal substrato. Per mezz'ora viene abbassato in acqua calda. I resti del terreno precedente vengono lavati via sotto l'acqua corrente.
  4. Assicurati di ispezionare il sistema di root. Le aree marce o annerite devono essere accuratamente tagliate con un coltello o delle forbici sterilizzati. Se si sospetta la presenza di parassiti, la radice si immerge brevemente nella soluzione antimicrobica. Tutti i punti di taglio sono trattati con carbone attivo o legno (frantumato).
  5. Il vaso deve essere disinfettato prima di piantare. Per fare questo, viene lavato con una soluzione di manganese (scuro), accuratamente asciugato.
  6. Il drenaggio è posto sul fondo della pentola. Le radici sono abbassate dall'alto. A poco a poco, la pianta viene coperta con un nuovo substrato. Si consiglia di posare uno strato di corteccia sulla parte superiore. Gli steli di fiori memorizzati devono essere legati a un bastoncino di supporto.

Regole fondamentali

Pensando a come trapiantare un'orchidea in fiore, è importante considerare molte altre raccomandazioni degli specialisti:

  1. Dopo aver rimosso il vecchio substrato dal sistema radicale e averlo lavato, la pianta dovrebbe essere asciugata. Questa procedura si verifica a temperatura ambiente per 6-7 ore. In questo momento si sta preparando nuovo terreno.
  2. Lo scarico deve essere bollito. Viene anche essiccato. È meglio usare piccoli pezzi di mattoni rotti o ciottoli. L'argilla espansa non si adatta affatto. Se combinato con acqua, rilascia sostanze chimiche dannose che danneggiano l'orchidea.
  3. Puoi dividere attentamente la pianta, se una è cresciuta.
  4. Dopo il trapianto, l'orchidea ha bisogno di cure più accurate..

Scegliere il piatto giusto

Per garantire il pieno sviluppo della pianta, è necessario scegliere un vaso specifico.

I fioristi raccomandano di aderire a determinate regole:

  1. In alcune varietà di orchidee, il sistema radicale è coinvolto nella fotosintesi. Per loro è necessario scegliere un vaso trasparente.
  2. Assicurati di garantire un normale deflusso di acqua. Il vaso deve contenere abbastanza buchi.
  3. Non trapiantare la pianta in un contenitore eccessivamente spazioso. In questo caso, ci sarà un aumento della massa verde, non della fioritura.
  4. Se l'orchidea viene trapiantata in piatti di ceramica, l'interno del vaso deve essere coperto di glassa. Ciò eviterà lesioni alle radici e la loro adesione..
  5. Non è consigliabile utilizzare contenitori di vetro. In tale capacità, le radici soffrono di una mancanza di ossigeno.
  6. La soluzione ideale è usare una speciale pentola di orchidea su una gamba bassa. In un tale serbatoio, l'aria circola liberamente e viene garantito il deflusso necessario dell'acqua..

Primer raccomandato

Ora sai che puoi trapiantare un'orchidea quando fiorisce. Ma dovresti seguire tutte le raccomandazioni sopra descritte. È importante prestare attenzione al nuovo substrato..

Il terreno è facile da preparare se si aderiscono alle raccomandazioni:

  1. L'orchidea in fiore ha bisogno di un substrato di muschio di sfagno e corteccia di pino. A questi componenti si aggiungono un po 'di torba e carbone (tritato)..
  2. La corteccia dovrebbe essere presa da un albero forte (per niente marcio), appena segato. Prima dell'uso, il componente viene ordinato e bollito per 20-30 minuti. Dopo l'essiccazione, l'intera corteccia è divisa in 2 parti. Uno, di cui, viene frantumato in piccoli pezzi (circa 1 cm). La seconda parte è tagliata più grande (3-4 cm ciascuno).
  3. Il muschio deve essere immerso per un giorno in acqua calda.
  4. Il terreno per le piante dovrebbe essere arioso e molto leggero..
  5. Il carbone macinato e la torba vengono aggiunti in piccole quantità. Sono progettati per nutrire una pianta indebolita..
  6. Il terreno pronto deve essere immerso per 2 ore in una soluzione debole preparata da qualsiasi fertilizzante per orchidee. Quindi il substrato viene leggermente essiccato..
  7. Dopo il drenaggio, i pezzi di corteccia tritati grossolanamente vengono disposti nella pentola. Posizionare con cura la pianta. Il substrato pronto viene versato al centro della pentola. Successivamente, dovrebbe seguire un altro strato di drenaggio. Il terreno rimanente viene versato su di esso. Grandi pezzi di corteccia sono posti in cima.

Irrigazione dopo il trapianto

Non è consigliabile inumidire immediatamente il terreno. Dopotutto, il terreno, dopo l'immersione, contiene una quantità sufficiente di umidità.

L'orchidea trapiantata deve essere posizionata in un luogo luminoso e caldo. Assicurati di proteggerlo dalla luce solare diretta e dalle correnti d'aria.

Si consiglia di lasciare la pianta senza annaffiare per 1-2 giorni.

Conclusione

Quindi, è possibile trapiantare un'orchidea in fiore? Ovviamente. Ma solo se ne ha davvero bisogno. Non dimenticare che l'orchidea è una pianta elegante e molto delicata che deve essere fornita con un atteggiamento attento e una cura costante. Il trapianto durante il periodo di fioritura è un grande stress per lei. Pertanto, segui tutte le regole e manterrai l'orchidea sana e piena di forza.

È possibile trapiantare un'orchidea in fiore

L'orchidea è un bellissimo fiore tropicale che da molto tempo attecchisce nelle condizioni delle stanze dei nostri appartamenti e case. Ma la pianta è molto tenera, ha bisogno di regole aggiuntive e speciali per prendersi cura di essa. Accade spesso che un'orchidea in fiore debba essere trapiantata. Ma come farlo nel modo giusto, in modo da non danneggiare la pianta e non causargli danni tangibili. In effetti, durante la fioritura, l'orchidea è già così debole. Pertanto, dovresti capire se vale la pena ripiantare un'orchidea durante la fioritura e se danneggerà il fiore.

È possibile trapiantare un'orchidea durante la fioritura

Il trapianto è un processo importante per qualsiasi pianta. E l'orchidea non fa eccezione. In effetti, senza cambiare il luogo di semina, la pianta appassirà e cesserà di fiorire. Ma vale la pena disturbare l'orchidea nel processo di fioritura?

Se ritieni che il consiglio di professionisti esperti, eseguire questa procedura al momento della fioritura non dovrebbe esserlo. In effetti, la bellezza in questo momento dirige tutta la sua forza a fiorire e dare alla prole, cioè a rimanere bella e magnifica. Carichi e stress eccessivi durante questo periodo, l'orchidea non è semplicemente necessaria. Pertanto, dovresti pensare se vale la pena rischiare e trapiantare una bellezza fiorente. Se il trapianto non è urgente, dovresti aspettare il momento in cui la fioritura finirà.

Ma spesso ci sono situazioni in cui un trapianto è vitale. In questo caso, vale anche la pena ascoltare i consigli di professionisti esperti. Se è necessario un trapianto urgente, non dovresti ritardare il tempo. Una procedura simile è possibile anche durante le piante da fiore..

Quando è necessario un trapianto di emergenza

Ci sono molte situazioni in cui un'orchidea ha urgentemente bisogno di sbarazzarsi del vecchio terreno e di una pentola. In questo caso, non ci possono essere dubbi su un trapianto. Questo processo è necessario..

Una serie di motivi per i quali la pianta deve essere trapiantata è già stata descritta urgentemente da esperti, devi solo verificare se è adatta alla tua bellezza:

  • malattia dell'orchidea o infezione da acari;
  • apparato radicale fortemente invaso e vaso angusto;
  • terreno di bassa qualità altamente compresso, che interferisce con lo sviluppo e la crescita delle orchidee;
  • il ristagno del suolo ha portato alla decomposizione dell'apparato radicale;
  • le foglie della pianta ingiallirono e cominciarono ad asciugarsi;
  • il vaso era di argilla e le sue radici crescevano;
  • la massa decidua supera di molto la capacità.

L'orchidea richiede un'attenzione speciale per il proprietario quando il sistema di root inizia a marcire. In questo caso, la pianta ha urgente bisogno di nuova forza. Quindi, il gambo dei fiori, non importa quanto sia grande e bello, dovrà essere tagliato. Senza questa procedura, l'orchidea non sarà in grado di mettere radici. Tuttavia, in questo caso dovresti stare molto attento.

Vale la pena notare che l'orchidea Phalaenopsis, che cresce in quasi tutte le case, è spesso soggetta a tale trapianto. È anche amata perché si compiace dei suoi fiori per la maggior parte dell'anno.

Processo di trapianto di piante

Un trapianto per una pianta è uno stress molto grave. Pertanto, l'approccio alla procedura dovrebbe essere estremamente accurato.

Le fasi del trapianto sono estremamente semplici:

  • Tutti i peduncoli sono accorciati da due a tre centimetri. Ciò contribuirà ad accelerare il radicamento della pianta e migliorare la crescita dei processi laterali;
  • Prima di reimpiantare una pianta, è necessario essere abbondantemente annaffiati. Successivamente, la pentola viene sfruttata e l'intero grumo di terra viene completamente estratto. Il vaso di ceramica deve essere rotto con cura in modo da non danneggiare le radici della pianta. Se le radici dell'orchidea sono attaccate al vaso, non dovrebbero essere strappate via. Ciò può danneggiarli gravemente. Una pianta con frammenti sulle radici dovrà essere piantata in un nuovo contenitore.
  • L'apparato radicale della pianta deve essere accuratamente ripulito dai residui di terreno. Per fare questo, viene brevemente immerso in acqua calda. E poi le radici devono essere lavate sotto la doccia.
  • Il sistema di root deve essere attentamente esaminato. Le radici danneggiate devono essere tagliate con forbici sterilizzate o un coltello. Se si sospetta che la pianta stia affilando un insetto, le radici devono essere omesse per un breve periodo in una soluzione antibatterica. Tutte le sezioni devono essere trattate con carbone attivo o legno normale.
  • Il vaso deve essere accuratamente disinfettato prima di piantare. Per fare questo, deve essere lavato con una densa infusione di permanganato di potassio e asciugato accuratamente.
  • Sul fondo del serbatoio è richiesto uno strato di drenaggio. Le radici della pianta sono poste su di essa e attentamente tutti i vuoti sono riempiti con terreno speciale. Si consiglia di versare uno strato di corteccia sopra. Gli steli dei fiori salvati devono essere legati alla barra di supporto.

Regole di atterraggio di base

Ma ci sono una serie di regole che gli esperti raccomandano di aderire. Questi includono:

  • Dopo che il sistema radicale è stato pulito dal substrato e lavato, deve essere completamente asciugato. Questa procedura dovrebbe durare almeno 7 ore, per le quali dovrebbe essere preparato un nuovo substrato;
  • Il drenaggio deve anche essere bollito accuratamente prima dell'uso. Successivamente, deve essere completamente asciugato. Come drenaggio, puoi usare pezzi di mattoni rotti e ciottoli. L'argilla espansa non è assolutamente adatta a questi scopi. Quando interagisce con l'acqua, l'argilla espansa rilascia sostanze nocive che portano a effetti negativi sull'orchidea;
  • Se la pianta è cresciuta notevolmente, può essere suddivisa con molta cura in più parti;
  • Dopo che l'impianto è stato ripiantato, ha bisogno di una partenza più attenta.

Scegliere il piatto giusto

La pianta di orchidea è molto delicata e quindi la sua capacità deve essere selezionata speciale. Il vaso deve essere trasparente o almeno far entrare abbastanza luce, perché le radici della pianta producono fotosintesi e respirano con l'aiuto delle radici. In particolare, questo vale per la phalaenopsis..

Nel contenitore per il fiore devono essere presenti fori per il drenaggio dell'acqua. Altrimenti, le radici della pianta marciranno o semplicemente smetteranno di crescere..

La capacità deve essere selezionata ogni volta in modo che sia solo mezzo litro più grande di quella precedente. Se selezioni un vaso troppo grande, questo porterà ad un aumento della massa verde, ma non aspetterai la fioritura per molto tempo.

Quando si trapiantano orchidee in terracotta, vale la pena scegliere un contenitore in modo che sia coperto di smalto dall'interno. Quindi, le radici della pianta non si attaccheranno alle pareti e al fondo. Quindi, il prossimo trapianto avrà luogo senza ferire la pianta.

La scelta di un vaso di vetro non vale la pena. In tale capacità, la pianta soffrirà di una mancanza di ossigeno, il che significa che presto inizierà a morire.

Un'opzione ideale sarebbe quella di utilizzare un vaso speciale per orchidee. È un contenitore di plastica su una gamba bassa. In esso, il deflusso dell'acqua avverrà correttamente e ci sarà abbastanza luce per la pianta.

Scegliere il terreno giusto

Le regole del trapianto sono ora note, ma vale la pena sapere quale terreno diventerà il più conveniente per la pianta. Può essere acquistato in un negozio, ma non sempre il terreno simile contiene tutto ciò di cui una pianta ha bisogno. Pertanto, vale la pena creare da soli un terreno del genere.

L'orchidea in fiore richiede terreno a base di muschio e corteccia. A loro si aggiungono carbone e un po 'di torba. In questo caso, la corteccia dovrebbe essere presa da un albero sano appena tagliato. Un moncone marcio non lo farà affatto.

Vale la pena ricordare che prima di utilizzare la corteccia deve essere accuratamente schiacciata e bollita per almeno mezz'ora. Successivamente, la corteccia viene asciugata e divisa in due parti. Una parte dovrebbe essere molto piccola e la seconda più grande.

Il muschio per il terreno viene immerso per diverse ore in acqua. Ma il terreno per il terreno dovrebbe essere morbido e molto arioso. Il carbone e la torba vengono aggiunti nelle quantità più piccole, perché sono selezionati solo come mangimi per la pianta.

Il terreno pronto dovrebbe essere versato con una soluzione per la fioritura di orchidee in concentrazioni moderate. Il substrato viene completamente essiccato e puoi iniziare a piantare.

Il drenaggio viene versato sul fondo del vaso, sopra il quale sono stabilite le radici della pianta. Con attenzione, per non danneggiare le radici, è necessario riempire il terreno risultante nel serbatoio, riempiendo accuratamente l'intero volume e non lasciare vuoti. I vuoti causeranno il decadimento della radice in seguito durante l'irrigazione.

Ma vale la pena ricordare che nel mezzo del drenaggio della pentola dovrebbe anche essere riempito. Piccoli pezzi di corteccia vengono versati sul terreno.

Cura dei trapianti

Dopo il trapianto, la pianta non dovrebbe essere annaffiata. Dopo l'immersione, molta umidità è rimasta nel terreno e così via, e sarà abbastanza per la pianta per un po 'di tempo. La pianta dovrebbe essere posizionata in un luogo luminoso in modo che abbia abbastanza calore. Ma in nessun caso non consentire la luce solare diretta. Può bruciare foglie e fiori teneri.

Puoi trapiantare un'orchidea già in fiore. Ma questo dovrebbe essere fatto secondo tutte le regole e non consentire spettacoli amatoriali. Altrimenti, la pianta potrebbe semplicemente morire. Pertanto, ascolta i consigli degli specialisti ed esegui tutti i passaggi in più fasi. Quindi, la tua bellezza delizierà per molti anni con la sua bellezza e la fioritura abbondante.

Vi Piace Su Cactus

Tomato Olya è stato creato dagli allevatori russi all'inizio del XXI secolo. Grazie alle pratiche pratiche di coltivazione agricola, i pomodori Olya hanno conquistato simpatia tra i coltivatori di ortaggi.

Il trapianto in un nuovo vaso per molte piante è stressante. Per ridurre al minimo le conseguenze negative, è necessario eseguire la procedura tenendo conto di alcune regole.